Come esaminare un gatto

Quando notate che il vostro gatto non sta bene, per scoprire qual è il problema che lo affligge, dovete esaminarlo. Per effettuare una visita scrupolosa, dovete essere in grado di tenerlo fermo…

Per scoprire qual è il problema che affligge il vostro gatto, dovete esaminarlo. Per effettuare una visita scrupolosa, dovete essere in grado di tenerlo fermo. Di solito è un compito facile, ma in alcuni casi il gatto può essere spaventato o dolorante, quindi riluttante a farsi afferrare e perfino toccare. Cercate di contenerlo con delicatezza e decisione: non rischiate di farvi mordere o graffiare.

Abituare i gatti ai controlli

Fin dai primi giorni abituate il vostro gatto a sopportare un controllo accurato. Fate esercizio inserendo parti della visita nei giochi quotidiani. Mentre vi esercitate a esaminarlo, non cercate di praticare subito una visita completa: sarebbe troppo fastidioso. Effettuate invece controlli parziali, per esempio della testa e del collo oppure della pelle e del pelo. Date tempo al vostro gatto di abituarsi a essere maneggiato e trasportato, premiandolo con cibi dall’odore forte, come pezzetti di fegato scaldati al microonde, gamberetti o altre leccornie che possano solleticargli le papille gustative.

Contenere un gatto tranquillo

Afferrate con una mano la testa del gatto sotto il mento, con delicatezza ma con decisione. Applicate una leggera pressione sul corpo del gatto con il gomito dalla parte della mano con cui eseguirete la visita.

Contenere un gatto spaventato

Cercate di ricorrere il meno possibile alla costrizione fisica. Questa, infatti irrita i gatti, rendendoli ancora più recalcitranti. Mentre vi avvicinate, parlate al gatto in modo rassicurante. Non fissatelo negli occhi, perché potrebbe interpretare il vostro sguardo come una minaccia. Osservate i movimenti dell’animale per capirne le intenzioni. Non rischiate di farvi mordere o graffiare. Se non siete sicuri che accetti la visita, usate un asciugamano per sollevarlo.

Appoggiate il gatto su un asciugamano, una coperta, un lenzuolo piegato o un telo qualsiasi. Tenetelo ben fermo afferrandolo per la collottola.
Avvolgere il gatto con cura nel telo, accertandovi che non sia in grado di mordere o graffiare.
Assicuratevi che la testa del gatto sia libera e il corpo ben avvolto. Tenere fermo il telo intorno al collo in modo che non scivoli. Visitate il gatto solo quando si è calmato.

Tratto da:
”Cura il tuo gatto”
di Bruce Fogle


Tag:, , , ,

RSS FEED

Per essere sempre aggiornato sulle novità di buffogatto iscriviti al nostro Feed.
Nuovi articoli RSS Feed »

Se invece vuoi sapere quando vengono inseriti nuovi commenti alla sezione Foto di gatti, iscriviti al Feed dei commenti.
Commenti RSS Feed »

Segui Buffogatto anche su Facebook: Buffogatto è un gattino dispettoso, un pò fannullone, che si aggira per casa facendo i dispetti alla sua padrona.

Visita la pagina Facebook di buffogatto »