Sacro di Birmania

Il Sacro di Birmania, se correttamente selezionato, ha un temperamento molto affettuoso, instaura un forte legame con ciascun componente della famiglia…

Sacro di Birmania
Il Sacro di Birmania, se correttamente selezionato, ha un temperamento molto affettuoso, instaura un forte legame con ciascun componente della famiglia che lo segue ovunque all’interno degli ambienti domestici ed anche durante le trasferte turistiche. Seppure sia un gatto equilibrato ama giocare con le persone, per tale motivo è ideale per le famiglie in cui vivono bambini e vengono utilizzati spesso come “collaboratori” nella pet-therapy. Per il loro carattere affettuoso e passionale è ideale anche per persone anziane che cercano una compagnia costante.

Foto gentilmente concessa da:
Alba Feles – Sacred Birmans – di Claudia Zaino

Origini

Il Sacro di Birmania si dice abbia origini nella zona ovest della Birmania, due gatti originali di questa zona furono spediti in Francia e il maschio morì durante il viaggio. La femmina, chiamata Sita, si dice che fosse in dolce attesa e partorì un cucciolo chiamato Poupee de Madalpour, da questo esemplare venne fondata la razza Birmana. Il primo Birmano registrato e documentato fotograficamente fu Dieu d’Arakan nel 1930, e divenne l’esempio dello standard della razza Birmana.

Consigli e cure

Il pelo del Birmano è di facile manutenzione, sono sufficienti alcune spazzolate settimanali nel periodo di muta per rimuovere il pelo morto. Un migliore risultato lo si ottiene con un bagnetto e shampoo specifici. Non ha problemi di lacrimazione agli occhi, tendenzialmente è un gatto sano e pulito. Soffre le correnti d’aria e gli sbalzi improvvisi di temperatura, perchè non dotato di sottopelo, vive sano e felice in appartamento.

Aspetto

Il muso ideale del birmano deve avere tutte le parti in armonia per dare una espressione dolce ed aperta. La testa ha una forma data da una ossatura piuttosto robusta, con guance piene. Osservando frontalmente il muso è visibile la forma a cuore, data dagli zigomi prominenti e dai lineamenti morbidi. Gli occhi sono posizionati ben distanti e proporzionati sul muso. Le orecchie del gatto Birmano sono di media grandezza, sono poste leggermente inclinate e rivolte in avanti, ben distanziate sul cranio, le punte sono arrotondate. Osservando di profilo il muso si osserva la fronte leggermente arrotondata, il naso di media lunghezza. E’ presente un leggero stop, lo stop è una depressione della canna nasale in corrispondenza degli occhi. Il profilo del naso è arrotondato, ossia con una gobbetta, detto “profilo romano”. Il tartufo è rivolto verso il basso, e deve essere allineato da una ideale linea verticale al mento.

Allevamenti

  • Villa Mur
    Allevamento di Maine coon, Sacro di birmania e Bengal – Abruzzo – Consegna cuccioli a: Reggio Emilia,Modena,Bologna,Arezzo,Rimini,Ancona,L’Aquila.
  • Kin-Narah
    Allevamento del Sacro di Birmania – Lucca

Tag:,

RSS FEED

Per essere sempre aggiornato sulle novità di buffogatto iscriviti al nostro Feed.
Nuovi articoli RSS Feed »

Se invece vuoi sapere quando vengono inseriti nuovi commenti alla sezione Foto di gatti, iscriviti al Feed dei commenti.
Commenti RSS Feed »

Segui Buffogatto anche su Facebook: Buffogatto è un gattino dispettoso, un pò fannullone, che si aggira per casa facendo i dispetti alla sua padrona.

Visita la pagina Facebook di buffogatto »