Le unghie del gatto

Per il gatto affilarsi le unghie è un’esigenza insopprimibile: ecco preziosi suggerimenti su come curare al meglio le unghie del gatto e come costruire un tiragraffi in casa.

Per il gatto affilarsi le unghie è un’esigenza insopprimibile: non soltanto le rende più taglienti e ne facilita la crescita, ma esercita una serie di muscoli delle zampe anteriori. Facendosi le unghie, il gatto lascia anche il proprio odore per mezzo di alcune ghiandole che si trovano sui cuscinetti plantari: ecco perchè lo fa sempre, tendenzialmente, nello stesso posto.

Ma da che cosa dipende la “diabolica” predilizione per le poltrone, e le gambe delle sedie? Spesso i tiragraffi sono rivestiti di un materiale troppo resistente, mentre il gatto preferisce il legno dolce e i tessuti a trama larga. Inoltre, quando vive allo stato selvatico, il gatto lascia la propria firma sugli alberi come segnale per gli altri felini.

Nella memoria genetica del gatto, è impresso quindi l’albero cosicchè il micio di casa sceglierà quasi certamente un oggetto verticale e ben visibile. Per questo motivo le gambe delle sedie, o gli angoli visibili delle poltrone o del divano, che spiccano nella stanza, sono le “vittime” preferite del gatto di casa. Per insegnare al micio, fin da piccolo, a farsi le unghie su una tavoletta o altro oggetto scelto da noi, bisogna farglielo trovare vicino alla cuccia in cui dorme, poichè il gatto ha l’abitudine di affilarsi gli artigli al risveglio, per sgranchirsi gli arti anteriori.

Brano tratto da: “Minì, agenda del gatto 1998″

Costruire un tiragraffi

Per fabbricare un tiragraffi in casa è sufficiente prendere una tavoletta di legno, un pezzo di moquette, un pezzo di tronco d’albero.

Fissate la moquette sulla tavoletta e ritagliatela a misura, a questo punto prendete il tronco d’albero e fissatelo con una o più viti da sotto la tavoletta. Potete vedere un’esempio di questo tiragraffi nella foto in alto a sinistra. Poi mostrate al gatto come fare sfregando delicatamente le sue zampette sul tronco, e vedrete che quello sarà il suo oggetto di sfogo, con sollievo di poltrone e sedie.

Oppure potete fabbricare un eccellente tiragraffi avvolgendo della corda di canapa (molto amata dai mici) intorno ad una tavoletta che fisserete poi al muro o ad una sedia. Vi posso assicurare che la classica sedia paesana è la migliore per questo scopo, i gatti la adorano!

Cura degli artigli

E’ pratica diffusa tagliare le unghie al gatto di appartamento, perchè costretto fra le mura di casa non ha la possibilità di consumarle come se fosse all’esterno, e quindi c’è il rischio che le unghie crescano troppo e vadano a premere contro il cuscinetto carnoso della zampa, in questo caso occorrerebbe l’intervento del veterinario. C’è anche chi le taglia periodicamente per salvaguadardare i mobili.

Per tagliare le unghie del gatto, se abituato fin da cucciolo è sufficiente una persona che lo tenga saldamente sulle ginocchia e un tagliaunghie. Si trovano in commercio, appositi tagliaunghie per gatti. Afferrata la zampa del gatto premere leggermente sul cuscinetto carnoso affinchè fuoriesca l’unghia, fate attenzione a non tagliare la parte rosa dell’unghia perchè contiene le terminazioni nervose. Tagliate quindi la parte terminale, quella bianca, la quale è formata di tessuti morti e non provoca dolore al gatto. Non preoccupatevi di arrotondare il taglio, ci penserà il micio da solo con la sua consueta pratica di affilatura al tiragraffi.


Tag:, , ,

RSS FEED

Per essere sempre aggiornato sulle novità di buffogatto iscriviti al nostro Feed.
Nuovi articoli RSS Feed »

Se invece vuoi sapere quando vengono inseriti nuovi commenti alla sezione Foto di gatti, iscriviti al Feed dei commenti.
Commenti RSS Feed »

Segui Buffogatto anche su Facebook: Buffogatto è un gattino dispettoso, un pò fannullone, che si aggira per casa facendo i dispetti alla sua padrona.

Visita la pagina Facebook di buffogatto »