Cos’è una colonia felina?

Una colonia felina è un gruppo di gatti liberi che sono stanziali su un determinato territorio, scopri cos’è una colonia felina anche attraverso le testimonianze dei volontari che se ne occupano.

Per colonia di gatti si intende un gruppo di gatti liberi, senza padrone, che sono stanziali su un determinato territorio. Infatti, a differenza dei cani, i gatti non sono vaganti e se, su un territorio trovano quello di cui hanno bisogno, rimangono lì e si formano delle colonie, che oltretutto diventano dei veri e propri gruppi sociali, all’interno si sviluppano anche delle determinate regole di convivenza fra loro.

Ovviamente la ragione principale che porta un gatto a scegliere un territorio è la possibilità di avere delle fonti di cibo e quindi la presenza di un volontario che porta loro cibo (i cosidetti “gattari/e”). Portare loro cibo però non è l’unica cosa di cui dovrebbe occuparsi un “gattaro” previdente, una delle primissime cose a cui deve pensare è la sterilizzazione e castrazione delle gatte e dei gatti, altrimenti essi prolificherebbero in un numero esponenziale e cosa molto triste, tramite i contatti promiscui che si svilupperebbero all’interno, si diffonderebbero tantissime malattie, che li porterebbero a sofferenze atroci. purtroppo molti “gatti di strada” sono già malati.

Inoltre una colonia felina deve essere registrata all’Asl di competenza, con questa operazione le sterilizzazioni sono gratuite, il problema è che non tutte le asl funzionano a dovere e molti scelgono di portarli privatamente da vet che fanno prezzi di favore, inoltre, come già detto, molti gatti hanno malattie croniche e quindi devono essere curati regolarmente.

Per approfondire l’argomento puoi leggere la Guida Mici Amici creata dal Comune di Roma, una guida molto ben fatta che spiega tutto sulle colonie e su quali siano le disposizioni di legge per i nostri mici di casa.

Le testimonianze dei volontari che si occupano delle colonie feline:

I Gatti di Pescara:

La mia situazione personale è che la colonia di cui mi occupo è sotto casa, quindi in modo del tutto spontaneo e volontario ho cominciato a dar loro da mangiare e poi pian piano ne sono arrivati altri. il fatto che siano sotto casa mi permette di gestirli meglio, ma è comunque un grande impegno, anche perchè nella zona, il comune, da quello che so io, non ha mai preso seriamente in considerazione questo problema e quindi i “gatti di strada” sono tanti e le risorse sono solo quelle del volontariato! Ovviamenete ci sono tante altre cose da dire, diciamo che questo è solo l’inizio!

Claire_mod:

Io mi occupo di una colonia privata insieme a mia madre, dico privata perchè a Roma, come in altre città, ci sono delle colonie storiche che hanno un numero generalmente elevato di volontari e strutture che le “sostengono”(vedi Largo Argentina a Roma). Nella mia colonia, che conta circa 20 gatti, ma dipende anche dai periodi, a volte aumentano, ci siamo solo io e lei ad occuparcene. Si trova all’interno di un condominio, il che è maggiormente difficile perchè devi tenere tutto pulito e perfetto, se non vuoi che qualcuno si lamenti. Io sono abbastanza maniacale in queste cose e tengo sempre tutto disinfettato, niente piatti o piattini in giro e cerco sempre di sterilizzare ogni gatto che viene a mangiare da noi.
Il lavoro che si fa in una colonia è:
- dar da mangiare ai gatti
- occuparsi delle sterilizzazioni ed eventuali catture nei casi di gatti forastici
- cure antiparassitarie e controllo della salute per quanto possibile(perchè, almeno nella mia, ci sono dei gatti che non si fanno nè avvicinare nè toccare quindi a volte è molto difficile)
- pulire le eventuali cucce o ciotole che si lasciano a disposizione
- sistemazione e adozione di eventuali cuccioli
- coccole e coccoline varie giornaliere ;)

Ovviamente più una colonia è grande e più aumentano il lavoro e le cose da fare. Nelle colonie cittadine, condominiali, nei parchi etc.. è in generale questo il lavoro che si fa.

Ci sarebbe tutto il discorso di appoggio alle USL comunali per le sterilizzazioni, ma io me ne sono servita solo all’inizio e non me ne intendo molto. Preferisco appoggiarmi a veterinari volenterosi e disponibili(con i prezzi soprattutto).

Da quando abitiamo quì ci sono sempre stati gatti in giro, ma qualcuno se ne occupava dando loro solo da mangiare, nascevano tanti cuccioli e ho saputo solo da poco che c’era anche qualcuno che li faceva sparire. Poi da 5 anni fa, abbiamo iniziato ad occuparci anche dei randagi.

E’ un volontariato o anche una specie di vocazione.. io amo i gatti ed ho una sensibilità particolare verso i randagi. Vorrei che sempre più persone pensassero anche a loro.

Piera:

Sono gattara da tanti anni, qui dove abito io non esistono gattili e ho cominciato a prendermi cura dei gatti randagi portando cibo, adesso oltre al cibo provvedo alle cure se necessario con l’acquisto dei farmaci, antiparassitari e le sterilizzazioni, tutto pagato di tasca mia. Vado la mattina e la sera quando mi soffermo di più per poter giocare un poco con alcuni di essi, altri sono molto forastici.

Stellina:

Quando posso anche io vado presso un gattile a dare una mano e a portare un pò di pappa… Ora sto sfamando dei gattoni vicino a scuola di mia figlia, tutte le mattine mi aspettano per avere la pappa! Informati nella tua città se ci sono gattili o canili a cui puoi dedicare qualche ora quando hai tempo, faresti un bellissimo gesto d’amore!

Se desideri conoscere i volontari che hanno riportato qui la loro testimonianza, puoi trovarli sul forum di buffogatto, iscrivendoti potrai partecipare alle discussioni e fare loro domande sulle colonie di cui si occupano.


Tag:, ,

RSS FEED

Per essere sempre aggiornato sulle novità di buffogatto iscriviti al nostro Feed.
Nuovi articoli RSS Feed »

Se invece vuoi sapere quando vengono inseriti nuovi commenti alla sezione Foto di gatti, iscriviti al Feed dei commenti.
Commenti RSS Feed »

Segui Buffogatto anche su Facebook: Buffogatto è un gattino dispettoso, un pò fannullone, che si aggira per casa facendo i dispetti alla sua padrona.

Visita la pagina Facebook di buffogatto »